...Un angolo dedicato al Make Up ed altro ancora...

giovedì 17 gennaio 2013

Dior Cherie Bow parte 2: Diorblush # 659 Tender Coral - Swatch & Review

Eccomi qui con la seconda parte del post sulla collezione Cherie Bow di Dior. Come avrete capito dai miei post e dai prodotti che uso, adoro questa marca poiché mi ci sono sempre trovata bene dal punto di vista della qualità, oltre al fatto che vengono proposte tante cose interessanti e utili, per quanto mi riguarda.
Adesso vi recensirò il nuovo blush uscito in edizione limitata, con intarsio in pied-de-poule (il "leitmotiv" della collezione).


Ho scelto la tonalità 659 Tender Coral poiché ho sentito dire che è più pigmentata, inoltre mi sta meglio (il Pink Happiness era troppo rosa, un rosa comunque caldo e non freddo quanto il Rosy Glow dell'anno scorso).



Come potete vedere, sulla confezione viene riportato il nome della collezione: infatti questo pezzo è limitato, per cui vi consiglio di prenderlo alla svelta se vi interessa.



Il prodotto si presenta in un contenitore delle stesse dimensioni delle palette 5 Couleurs, con sacchettino in velluto in cui riporlo per non danneggiarlo.



Il blush è composto da due tinte, come tutti i prodotti della linea "Diorblush": una matte in un corallo leggermente più scuro; una shimmer chiara (la parte più ridotta, a destra). Tuttavia, quest ultima non è così luccicante quanto il Rose Petale od il Reflex di Chanel, ad esempio, ma rimane come un tocco di luce discreto, da modulare sugli zigomi. Ovviamente può essere usato mischiando i colori, senza rischiare di rovinare o macchiare la parte chiara. Il fatto che abbia un'unica cialdina invece che due (come nei nuovi fard di Guerlain) è una cosa molto positiva, a mio avviso, poiché è più facile prelevare il prodotto (c'è più spazio di manovra se si ha un pennello angolato) e inoltre - come dicevo sopra  le due tinte si possono miscelare.


Passiamo alla descrizione della consistenza: è morbido e scrivente, pen pigmentato, e dà un effetto omogeneo sulle gote. Non lascia chiazze, quindi, per eccesso di colore o per "malscrivenza" (scusate le ripetizioni!). Il risultato è piuttosto naturale, nulla di eccessivo; tuttavia, nel caso vogliate delle guance appariscenti, è possibile modularne l'intensità senza creare pluristratificazioni antiestetiche.
Un piccolo approfondimento: mi sembra un pò più scrivente degli Chanel, ma non da diventare eccessivo e polveroso.
Adoro i blush di Chanel anche per il profumo di rosa: questo, sinceramente, non so se lo sia.. Non so ancora dirvelo perché l'influenza ed il raffreddore non mi danno pace, ormai da una settimana!!! Ciò mi preoccupa, visto che tra una settimana ho un esame importante (finalmente una materia davvero del mio forse - e speriamo - futuro settore!!!).

Vi lascio ad una foto dello swatch. Lo so, si vede POCO, un pò scuro e con delle ombre :( non ho calcato tanto, in modo da farvi vedere la versione più naturale possibile.



Info prodotto -> Quantità: 7,5 g  (di più rispetto agli Chanel od ai Lancome); prezzo: 41,50 €.
Che dite, vi piace questo fard?

Il prossimo post (domattina o domani pomeriggio, non appena ho un minuto libero dallo studio) sarà sullo Starproduct della collezione: la palette Cherie Bow, che personalmente ho paura di usare, talmente è bella! :( che faccio, ve la "swatcho" o vi accontentate di vedere i colori dalla foto? :P Baci e a presto!!

8 commenti: